giovedì 31 ottobre 2013

Zaletti

zaeti3mark

Ebbene si, è partito il tour dei biscotti, quel rito ben augurale che accompagna le ultime settimane delle mie gravidanze.
Con Chiara le tappe erano state Lemon Meltaways, baci di dama e canestrelli. Tutti e tre strepitosi e da riproporre anche nei cesti di Natale. Con Cecilia invece inauguro il viaggio con la ricetta degli Zaletti (o Zaeti, o Gialletti) riportata, assieme ad un accurato excursus storico, da Diletta su Gastronomia Mediterranea qualche tempo fa.
Ho fatto un paio di varianti, non tanto per scelta quanto per mancanza di ingredienti e sono risultati buonissimi!
La prossima volta vorrei osare con più farina gialla e utilizzare quella di Marano, per restare in Veneto.

Zaletti
(per circa 45 biscotti)

350g Farina per frolla
150g Farina di mais bramata (va bene anche fioretto, ma personalmente preferisco una grana più grossa)
150g Burro
200g Zucchero
55g Uovo intero (1 uovo)
150g Uvetta (ho usato metà uvetta e metà pere secche)
70g Rum (per me marsala)
1 Bacca di Vaniglia
Scorza grattugiata di una limone
10g Lievito per dolci

Per prima cosa versare il rum sull'uvetta e lasciare macerare per alcune ore. Impastare zucchero e burro. aggiungere le uova e le farine setacciate con il lievito. Scolare l'uvetta e incorporarla all'impasto. Formare dei filoncini quadrati da circa 500g ciascuno (ne vengono 2) lughi 25-30cm, raffreddare in freezer per 20-30' e tagliare a 1 cm di spessore. infornare a 160-170°C per 15-18°C. Non devono scurire troppo ma rimanere belli gialli. Depositare i biscotti sulla placca leggermente distanziati perchè in cottura si allargano. Lasciar raffreddare e conservare in un contenitore ermetico.

Sono biscotti profumatissimi e ancora più buoni se lasciati frollare per un paio di giorni; se accompagnati con vino dolce sono ottimi a chiusura del pasto.

7 commenti:

lacasasullaScogliera ha detto...

Buoni, belli e anche ideali per i regali di Natale. La tua scatolina di latta mi incanta...
Baci
Elli

pesopiuma ha detto...

Ah, deliziosi! I biscotti della tua precedente gravidanza sono diventati un mio cavallo di battaglia, adesso proverò questi!

Gaia ha detto...

Non ho gravidanze in corso, nè previste per il futuro, ma i biscotti li posso fare lo stesso?
;-)

genny ha detto...

cecilia è un nome meraviglioso. uno dei nomi nella rosa che avremmo scelto per Ciucciolo se fosse stato femmina...:D

Marta ha detto...

aspettiamo Cecilia con te sgranocchiando questi biscotti :*

Gaia ha detto...

meravigliosi! quasi quasi la mia stanza profuma gia' di burro :)

Stefania Nardecchia ha detto...

Buoni, belli e facilissimi! Il tuo blog è una scoperta meravigliosa! :-)